CHI SIAMO, DA DOVE VENIAMO E DOVE VORREMMO ARRIVARE...

Giorgio Strazzari, uno dei primi "tipi makers" a livello mondiale, fin dagli anni 70 ha potuto approfondire con varie esperienze, le Conoscenze, la Filosofia di vita e la Spiritualità degli Indiani d'America ed in generale dei popoli nativi .

La passione per la cultura nativo-americana lo porta a costruirsi il suo primo "tipì" nel quale passa diverso tempo a stretto contatto con la natura ed in diversi periodi dell'anno. Questa importante esperienza, un'innata abilità manuale e le richieste di qualche amico che voleva vivere in una vera tenda indiana, sono stati i motivi che hanno consentito a Giorgio di elaborare al meglio le tecniche artigianali di realizzazione dei tipì ed i corsi di autocostruzione che ancor'oggi, su richiesta esegue per estimatori ed appassionati.

La sua natura di "ricercatore-esploratore" sia in ambito pratico che interiore, volta al miglioramento della qualità di vita e a favorire con l'autoconsapevolezza una più profonda presa di coscienza, fanno sì che condivida in quegli anni, peraltro vissuti piuttosto intensamente, le formidabili "energie" presenti nell' "area alternativa" di allora con soggiorni comunitari e diversi viaggi in Europa, Stati Uniti e Canada.



Proprio qui, attraversa in autostop con la sua compagna, in maniera piuttosto avventurosa, il territorio canadese dall'est all'ovest e può presenziare ad un importante incontro delle Nazioni Indiane ottenendo così la "spinta" per proseguire, come autodidatta il suo cammino di conoscenza.

Il suo "percorso iniziatico" comincia nell'agosto del 1973; quando durante un importante esperienza di vita nella comunità internazionale "World people's Service" in Belgio, rimane profondamente "toccato" da un piccolo libretto seminascosto tra varie centinaia di altri volumi, dal titolo "La Sacra Pipa" del famoso ALCE NERO degli Oglala Lakota.



Suoi ispiratori sono stati pure noti "medicine-men" nativi americani come John Fire Lame Deer e il figlio Archie, Adolf Hungry Wolf e oltre a questi, l'inaspettata visita alla Nuova Terra della sciamana siberiana Nadia Stefanova, di due sciamani del popolo Wirrarika (Huicholes) della Sierra Madre del Mexico e dei curanderos sudamericani Don Ramon Paqsi delle alte ande peruviane e Don Alberto Manqueriapa del bacino amazzonico.

Il personale incontro con il Maestro Omraam Mickael Aivanhov avvenuto nel Centro Internazionale della "Fraternitè Blanche Universelle" in Francia, e l'applicazione pratica del suo insegnamento, favoriscono la realizzazione di vari obiettivi tra cui la fondazione della "New Earth Medicine Society" con il preciso scopo di diffondere in questi tempi davvero straordinari quanto appreso e sperimentato in oltre 35 anni di "apprendistato sciamanico– esoterico."

Attualmente, vive e lavora alla Nuova Terra, collabora con famigliari ed amici alla gestione delle varie attività di questa piccola azienda
bioagrituristica a carattere didattico e ricreativo contribuendo, tramite seminari, mostre con il suo tipì museo, conduzione di "cerimonie offerte" e celebrazioni in occasione di solstizi, equinozi ed altri particolari momenti energetici dell'anno alla "ricerca" di quanti sinceramente aspirano ad una migliore qualità di vita in armonia con "le leggi di natura".

"MITAKUYE OYASIN"
equinozio di primavera

marzo 2010